Definire il soggetto è l’obiettivo di Io.

Disegnare il perimetro che separa il personaggio dal contesto, per poterlo identificare unicamente in se stesso.
È da qui che nasce il brand; dalla volontà di innalzare l’individuo da un ambiente opaco, per renderlo in grado di brillare di luce propria, senza l’ausilio di nomi o storie altrui.

Io è il risultato di numerosi tentativi, riusciti e non, che confluiscono, delineando
insoddisfazione e desiderio di rinascita.
L’unico risultato accettato è la soddisfazione di essersi affermati personalmente e non come gruppo o attraverso immaginari improbabili.

Investire totalmente se stessi è l’unica via percorribile per arrivare al risultato finale. Se ci riesco, io ho vinto. Se fallisco, io ho perso.

Io sono la parte importante.
Io sono Io.